Gli archivi di George Hoyningen-Huene

Esposizione Allure: stampe platino di George Hoyningen-Huene

© Gli archivi di George Hoyningen-Huene

Descritto da Richard Avedon come "un genio, il maestro di tutti noi", George Hoyningen-Huene (spesso noto semplicemente come Huene) è stato uno dei più importanti professionisti del suo tempo, la cui influenza sulla fotografia di moda è stata sismica e duratura.

Moda, fotografia di ritratto di George Hoyningen-Huene, donna in abito da sera. Allure: stampe platino di George Hoyningen-Huene,
Toto Koopman, Abito da sera di agostoabernard, 1933


Nato a San Pietroburgo, nel 1900, Huene e la sua famiglia fuggirono dal paese durante la rivoluzione russa, e alla fine si stabilì a Paris nei primi anni '1920. A quel tempo, la città era un fulcro della creatività e Huene perfezionò la sua arte tra i luminari dell'arte, della moda, del design, del cinema e dell'alta società, molti dei quali divennero suoi intimi amici e, in alcuni casi, collaboratori (incluso il maestro surrealista , Man Ray).

Moda, ritratti di George Hoyningen-Huene, Agneta Fischer Modeling Evening Gloves, 1931
Guanti da sera da modella Agneta Fischer, 1931
Fotografia di ritratti di moda di George Hoyningen-Huene, Horst e Lee Miller in costume da bagno di Izod, 1930
Divers, Costumi da bagno di Izod, Horst e Lee Miller, 1930


Intrisi di elementi di modernismo, neoclassicismo e surrealismo, i suoi ritratti accattivanti e le composizioni in studio meticolosamente organizzate hanno ottenuto ampi riconoscimenti e consensi, e dalla metà degli anni '20 in poi è stato uno dei principali fotografi per Vogue e Vanity Fair, e successivamente, dopo essersi trasferito a New York City, Harper Bazaar.

Fotografia di moda di George Hoyningen-Huene
Torso di Horst, Parigi, 1931


Nel corso degli anni, ha lanciato il suo sguardo aggraziato e perspicace su creazioni couture esclusive di artisti del calibro di Balenciaga e Chanel e ha fotografato alcune delle figure più importanti del periodo, tra cui le star di Hollywood, Marlene Dietrich, Rita Hayworth, Katharine Hepburn e Ava Gardner.

Al di fuori del suo studio, ha fotografato a lungo durante i suoi viaggi, ottenendo la pubblicazione di cinque libri: African Mirage, the Record of a Journey; Hellas (1943); Egitto (1943); Patrimonio messicano (1946); e Baalbek/Palmyra (1946).

George Hoyningen-Huene, uomo nudo, 1937
Nudo sudanese, 1937
Fotografia di ritratti di moda di George Hoyningen-Huene, modello in Costumi da bagno di Patou, 1928
Miss Alicia, Costumi da bagno di Patou, 1928


Alla sua morte per un ictus nel 1968, lasciò in eredità il lavoro della sua vita al suo caro amico e allievo, Horst P. Horst, assicurandosi così che il suo archivio fosse mantenuto con cura. Dopo la morte di Horst nel 1999, suo figlio adottivo è diventato il custode e circa due decenni dopo, i collezionisti d'arte Tommy e Åsa Rönngren, hanno assunto il compito di catalogare e digitalizzare i diversi contenuti dell'archivio e sviluppare progetti in ordine “condividere le bellissime fotografie di George Hoyningen-Huene con un nuovo pubblico in tutto il mondo”.

Fotografia di ritratti di moda di George Hoyningen-Huene. Virginia Kent e Peggy Leaf, Parigi, Torre Eiffel, 1934
Virginia Kent & Peggy Leaf, abbigliamento da giorno informale di Lelong, 1934


Per celebrare e inaugurare la loro rappresentazione esclusiva nel Regno Unito della sua tenuta, la galleria londinese Atlas presenta la sua prima mostra del lavoro di Hoyningen-Huene. Comprende stampe raramente viste dagli archivi (alcune delle quali sono state esposte pubblicamente per la prima volta) insieme a squisite grandi stampe in platino palladio, realizzate su istruzione di Horst e, per la prima volta in assoluto nel Regno Unito, diversi platino su larga scala stampe al palladio da una serie in edizione limitata lanciata dagli Archivi immobiliari nel 2020.

Tutte le immagini © Gli archivi della tenuta di George Hoyningen-Huene, per gentile concessione di Atlas Gallery