Steve McCurry

Book Review Steve McCurry - Alla ricerca di altrove

© Steve McCurry

Una delle figure contemporanee più importanti della fotografia, Steve McCurry è rinomato per la sua straordinaria opera, che racchiude alcune delle immagini più iconiche del nostro tempo e trasmette la bellezza mozzafiato e musiva del nostro pianeta.


─── di Josh Bright, 28 ottobre 2019

In cerca di altrove, il suo ultimo libro fotografico comprende un centinaio di immagini inedite, che abbracciano una moltitudine di paesi e culture e l'intera sua carriera di quattro decenni.

Fotografia a colori di Steve McCurry, Wadi Rum, Giordania, montagne, formazioni rocciose
Wadi Rum, Giordania, 2019


Nato a Filadelfia nel 1950, McCurry ha studiato cinematografia alla Pennsylvania State University e dopo la laurea ha lavorato come fotografo personale per un giornale locale
Post di oggi. Se ne andò dopo due anni e, con la sua macchina fotografica al seguito, andò a India, un paese di cui è ora sinonimo dovuto alla ricchezza di immagini straordinarie che ha catturato lì durante la sua carriera.

È stato questo viaggio inaugurale quello scatenato la realizzazione epifanica, "Se aspetti, le persone dimenticheranno la tua macchina fotografica e l'anima apparirà alla luce", che avrebbe gettato le basi per il suo approccio da allora in poi e ha generato una ricchezza di fotografie assolutamente avvincenti e davvero iconiche. 

Fotografia a colori di Steve McCurry, India, case colorate, uomo che fa il bagno, Kolkata
Calcutta, India, 2018
Steve McCurry, foto a colori Guatemala, Ceremony, dal libro In Search of Elsewhere
Antigua, Guatemala, 2017


Tuttavia, fu la sua copertura dell'invasione russa dell'Afghanistan, che catturò nel 1979 dopo aver attraversato segretamente il confine dal Pakistan vestito con abiti locali, a fornire il trampolino di lancio per la sua carriera. Trascorrendo diversi mesi nel paese, incorporato con il gruppo di milizie locali, i Mujahideen, McCurry ha catturato una serie di immagini straordinarie che, w
una volta pubblicato, rappresentava alcune delle prime raffigurazioni del conflitto ad essere viste al di fuori del paese.

Questo lavoro ha portato a un ampio riconoscimento internazionale e lo ha visto awarded il Robert Capa Medaglia d'oro per il miglior reportage fotografico dall'estero, anche successivamente proteggendolo una serie di ulteriori incarichi che coprono conflitti e sconvolgimenti in luoghi come il Libano, la Cambogia, le Filippine, l'ex Jugoslavia e il Tibet.

Fotografia a colori di Steve McCurry, New York, USA, uomo che spazza per strada fuori dal panificio italiano.
New York, Stati Uniti, 1996


Informati da un profondo umanesimo e caratterizzati da una notevole percettività e destrezza, i lavori di McCurry, siano essi reportage o personali, ritraggono tipicamente la popolazione, e hanno, negli anni
, abbellito le copertine e le pagine delle pubblicazioni più prestigiose del mondo, (in particolare National Geographic, con il quale ha avuto un lungo e proficuo rapporto) trasportando i lettori in ogni angolo del globo, offrendo loro un raro intravedere mondi finora altrimenti inaccessibile.

Una retrospettiva avvincente di alcuni dei suoi lavori personali inediti, In cerca di altrove, presenta l'intera ampiezza della sua opera caleidoscopica: candide scene quotidiane permeate di atmosfera palpabile; spettacolare paesaggi, accattivante per la loro bellezza meditativa, e il suo caratteristico ritratto, sensibile e profondo, esemplificano la sua straordinaria capacità di catturare la personalità del soggetto.

Steve McCurry Rio de Janeiro, Brasile, uomo che corre all'alba.
Rio de Janeiro, Brasile, 2009
Steve McCurry, Tibet, ritratto di bambino
Litang, provincia di Sichuan, 2005
Steve McCurry, Kashmir, ritratto, uomo
Gulmarg, Kashmir, 1999


Presentate senza sfondo o didascalie, (nonostante la bibliografia) sebbene occasionalmente punteggiate da frammenti di prosa di alcuni dei più abili poeti e letterati di oggi e di ieri, le immagini sono libere di essere godute così come sono, istantanee avvincenti del nostro affascinante mondo che trasmettono collettivamente la sua meravigliosa diversità e bellezza, e rappresentano una testimonianza della straordinaria abilità artistica e abilità del più grande praticante vivente del medium.

Steve McCurry, Mongolia, paesaggio, campi, montagne, cielo
Mongolia settentrionale, 2018
Steve McCurry, In Search of Elsewhere, copertina, fotolibro


“A volte penso che il suo lavoro sia in fondo una meditazione su ciò che dura e cosa no. In tante di queste immagini c'è uno sfondo di rovina: povertà, guerra, decrepitezza. Eppure ciò che risplende è qualcosa di indomabile, la luce immortale in tutti quegli occhi ". - Pico Lyer   

(estratto dall'introduzione di, In cerca di altrove: Immagini invisibili)

Alla ricerca dell'altrove: immagini invisibili è ora disponibile e direttamente disponibile tramite Pubblicazione di Laurence King.

Tutte le immagini © Steve McCurry

 

Non perdere quando noi
aggiungi notizie ed editoriali.

Su quale email vuoi riceverli?

Rispettiamo la tua privacy.

Tip-Logo

Per supportare i fotografi, ogni mese siamo
offerta 10 INGRESSI GRATUITI alla competizione.

Inserisci la tua email e iscriviti alla nostra newsletter per essere preso in considerazione.