Regis Bossu

Top 10 La Germania in 10 immagini iconiche

© Régis Bossu

La Germania è stata leader nella tecnologia fotografica per tutto il XIX e il XX secolo con marchi come Rollei e Leica che hanno aperto la strada ai fotografi moderni. Sebbene il fotogiornalismo fosse la manifestazione predominante del mezzo all'inizio del XX secolo, c'era ancora spazio per ulteriori espressioni artistiche.


─── di Isabel O'Toole, 2 luglio 2020

La Germania del dopoguerra è passata dagli estremi del fascismo al comunismo, la sua fotografia è diventata più diversificata man mano che il suo panorama politico cambiava. La storia varia ma spesso brutale della Germania ha lasciato un'eredità fotografica straordinariamente ricca.

Yevgeny Khaldei - Soldato sovietico solleva una bandiera sul Reichstag, Berlino, Germania, maggio 1945
© Evgenij Khaldei

1. Yevgeny Khaldei - SovSoldato iet solleva una bandiera sul Reichstag di Berlino, Germania, maggio 1945

Negli ultimi giorni della seconda guerra mondiale, mentre infuriava la lotta per Berlino, Stalin aprì un pesante assalto alla città la mattina del 2 aprile 16, determinato a catturarla davanti agli alleati occidentali. La battaglia per Berlino durò quasi due settimane e provocò decine di migliaia di vittime, ma entro il 1945 aprile le truppe sovietiche avevano raggiunto il Reichstag e avevano posizionato con successo una bandiera sul suo tetto. Sebbene la bandiera fosse stata rimossa la mattina seguente dai difensori tedeschi, l'edificio fu finalmente conquistato il 30 maggio e una nuova bandiera fu sollevata e catturata su pellicola da uno sconosciuto soldato sovietico. I nazisti avevano perso Berlino.

Questa ripresa è una delle immagini più importanti del XX secolo, che simboleggia la fine di uno dei regimi più tirannici mai esistiti e cattura la devastazione di una guerra che ha colpito il mondo intero.

Smantellamento del muro di Berlino, 1989 Germania
© Fotografo sconosciuto

2.Fotografo sconosciuto - Smantellamento del muro di Berlino, 1989

La decisione del governo di Walter Ulbricht di costruire il filo spinato e il cemento "Antifaschistischer Schutzwall", o "baluardo antifascista", tra Berlino Est e Ovest, è servita all'obiettivo di arginare le defezioni da Berlino Est a Berlino Ovest. Il Berlin Mauer rimase in piedi fino al 9 novembre 1989, quando il capo del Partito comunista della Germania orientale annunciò che i cittadini della RDT potevano attraversare il confine. Quel pomeriggio folle estatiche sciamarono sul muro, portando martelli e picconi per distruggerlo. La caduta del muro di Berlino rimane uno dei simboli più duraturi della Guerra Fredda e le immagini della sua distruzione ci danno speranza in questi giorni di divisione politica.

© agosto Sander

3. agosto Sander - Figli contadini, Westerwald, 1827-28

agosto Sander era un maestro della fotografia di ritratti la cui influenza può essere percepita nella fotografia del XX secolo nelle opere di Walker Evans, Dorothea Lange e Richard Avedon per citarne solo alcuni. Si chiamava il suo progetto più significativo Le persone del ventesimo secolo, un'indagine enciclopedica su persone di ogni estrazione sociale e classe sociale della prima metà del ventesimo secolo.

Il suo scopo era quello di spogliare le persone dei fattori sociologici che le definivano e mostrare la loro umanità. La sua vita lavorativa in Germania ha attraversato la prima guerra mondiale, gli anni tra le due guerre e l'ascesa del partito nazista, la seconda guerra mondiale e le sue conseguenze. Di conseguenza, il suo lavoro è un documento incrollabile della società che attraversa enormi cambiamenti. Riflettendo sia le convulsioni politiche in Germania che una società che sta facendo i conti con l'impatto dell'industrializzazione, la sua visione rimane potente mentre i suoi ritratti risuonano ancora oggi.

Breznev e Erich Honecker eseguono il 'bacio sovietico' o 'bacio fraterno' 1979 Régis Bossu Germania
© Régis Bossu

4. Régis Bossu - Il "bacio sovietico", 1979

Il bacio fraterno socialista o abbraccio fraterno era una forma di saluto tra i leader statali dei paesi comunisti. L'atto ha dimostrato una connessione speciale ciò che esisteva tra gli stati socialisti e consisteva in un abbraccio combinato con una serie di tre baci su guance alternate. In rari casi, quando i leader si consideravano eccezionalmente vicini, i baci venivano consegnati sulla bocca.

Questo famoso saluto tra Breznev e il leader della Germania dell'Est Erich Honecker nel 1979 fu successivamente immortalato in un murale intitolato Dio aiutami a sopravvivere a questo amore mortale sui resti del muro di Berlino.

© Wolfgang Tillmans

5. Wolfgang Tillmans - Alex e Lutz seduti sugli alberi, 1992

Una delle figure di spicco della fotografia contemporanea oggi è Wolfgang Tillmans, un artista il cui lavoro si distingue per intimità, familiarità ed emozione sfacciata. Scattando ritratti e nature morte di amici e modelli in situazioni quotidiane, Tillmans è diventato famoso per la sua capacità unica di far sentire lo spettatore parte della sua vita privata. Lavorando principalmente a colori, il lavoro di Tillmans degli anni Novanta è ancora piacevolmente moderno. Dal 2016 Tillmans è in prima linea nella campagna anti-Brexit in Europa, il che ci ricorda che il suo lavoro, che presenta temi di inclusività, è una celebrazione non solo dello spirito tedesco, ma della cultura europea nel suo insieme.

Bernd & Hilla Becher - "Wasserturm", 1965-1997 Germania
© Bernd e Hilla Becher

6. Bernd e Hilla Becher - "Wasserturm", 1965-1997

Dalla loro serie seminale Torri d'acqua, 1972-2009, questa raccolta di immagini standardizzate in bianco e nero di torri d'acqua raccolte in varie località della Germania è un eccellente esempio del lavoro di Bernd e Hilla Becher. Le fotografie si proponevano di creare un indice tipologico dell'architettura industriale e sono state scattate in diversi anni.

Ogni fotografia è stata prodotta seguendo la stessa configurazione con una fotocamera di grande formato posizionata alla stessa distanza acuta delle immagini precedenti, per catturare una prospettiva della costruzione. Gli artisti originariamente classificarono gli edifici in base alle loro caratteristiche comuni. Posizionate l'una accanto all'altra, le Water Towers rivelano l'ingegnosità umana e la creatività dietro gli architetti che le hanno progettate e si trasformano da funzionali a belle.

Rainer Werner Fassbinder beve birra, Monaco, Germania 1980 Helmut Newton
© Helmut Newton

7. Helmut Newton - Rainer Werner Fassbinder che beve birra, Monaco, 1980

Si ritiene che Helmut Newton abbia dato profondità narrativa alla fotografia di moda creando scene stilizzate e adottando un'estetica scioccante, umoristica ed erotica. Ispirate al film noir, al cinema espressionista e al S&M, le immagini di Newton sono di natura controversa, provocatoria e fortemente voyeuristica.

In questa brillante fotografia Newton cattura "L'enfant terrible" del cinema tedesco del dopoguerra, Rainer Werner Fassbinder. Il regista vagabondo ha realizzato film con spavalderia senza paura, destrutturando i generi e creando stories con sottotesti politici e sfumature sovversive. Qui viene catturato in tedesco ginocchio (pub) che sembra indifferente e pronto a bere chiunque sotto il tavolo.

© Anders Petersen

8. Anders Petersen - Cafe Lehmitz, Amburgo, 1967

Quando Anders Petersen si è imbattuto in Café Lehmitz una notte, stava cercando un posto dove bere. Ma il suo primo incontro con i clienti abituali di questo ormai famoso locale per bere lo ha portato in un viaggio che sarebbe durato 3 anni e sarebbe sfociato in uno dei libri fotografici più famosi nella storia della fotografia europea. Documentando le gioie e le pene delle persone che hanno frequentato questo bar, Petersen ci accoglie in un mondo di caos e tenerezza pieno di personaggi indimenticabili.

“Le persone al Café Lehmitz avevano una presenza e una sincerità che a me mancava. Va bene essere disperati, teneri, sedersi da soli o condividere la compagnia degli altri. C'era un grande calore e tolleranza in questo ambiente indigente. " - Anders Petersen

Rhein II di Andreas Gursky The Rhine II, 1999 Germania
© Andreas Gursky

9. Andreas Gursky - The Rhine II, 1999

in 2011 "Reno II" di Andreas Gursky, un'immagine del fiume Reno addossata a sponde erbose, è stata venduta a 2.7 milioni di sterline, rendendola la fotografia più costosa mai venduta. Da allora questo record è stato battuto dal fotografo Peter Lik per la sua fotografia 'Fantasma'.

L'immagine stampata di Gursky misura 190x360 cm ed è un'opera di grande formato, una sua caratteristica distintiva. Sebbene rappresenti un paesaggio tranquillo e vuoto piuttosto che la sua solita attenzione agli spazi creati dall'uomo, Reno II cattura questo frammento di fiume in un minuscolo dettaglio caratteristico. Gursky è meglio conosciuto per le sue fotografie del mondo globalizzato e industriale come facciate di edifici, file di supermercati, hall di hotel e borse valori, nonché spazi occupati da folle folle che si godono il loro tempo libero.

© Peter Leibing

10. Peter Leibing - Soldato della Germania dell'Est balza oltre la barricata che separa Est e Ovest, agosto 1961

Berlino è stata suddivisa in quattro zone occupate dopo la seconda guerra mondiale, divise da Regno Unito, Stati Uniti, Russia e Francia. Un'enorme disparità tra le zone sovietiche e quelle occidentali ha portato masse di persone a fuggire dalla sezione sovietica in cerca di libertà. Tra gli anni 2-1949, 1961 milioni di persone hanno cercato di lasciare l'area occupata dalla Russia, con la decisione del leader della Germania dell'Est Walter Ulbricht di erigere un muro di mattoni in tutta la città nel 2.5.

A pochi giorni dall'inizio della vita sotto il muro di Berlino, il fotografo dell'Associated Press Peter Leibing ha catturato il momento in cui il 19enne guardia di frontiera Hans Conrad Schumann è corso e ha scavalcato la barricata che lo separava dal settore occidentale. Il giorno successivo, la foto di Leibing è finita sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo, facendo di Schumann un poster per coloro che anelano alla libertà. Questa immagine rappresenta i duraturi momenti di ribellione del XX secolo.

 

Tutte le immagini © dei rispettivi proprietari

Non perdere quando aggiungiamo notizie ed editoriali.

Su quale email vuoi riceverli?

Rispettiamo la tua privacy.