Alessandra Sanguinetti

Book Review L'illusione di un'estate eterna

© Alessandra Sanguinetti

Editore Mack ha appena pubblicato la seconda opera del seguito di Alessandra Sanguinetti di due ragazze che ha incontrato quando avevano 5 anni intorno alla sua fattoria di famiglia nella campagna argentina.


─── Laurence Cornet, 17 dicembre 2020

In questo secondo volume, "L'illusione di un'estate eterna ", seguiamo Guillermina e Belinda dai 14 ai 24 anni mentre affrontano il territorio fluido tra l'adolescenza e la giovane età adulta.

Ritratto a colori di due ragazze della fotografa Alessandra Sanguinetti


Quando pensiamo alla campagna argentina, e in particolare alla Pampa, sorgono immediatamente immagini mitologiche: gaucho che cavalcano liberamente, uomini duri e indipendenti in una terra deserta, con le case che disegnano punti sulle vaste pianure. La realtà ritratta dalla fotografa Alessandra Sanguinetti è un'altra; uno che guarda più da vicino gli universi nascosti all'interno di questi punti.

Mentre lavorava a un progetto sul rapporto dei connazionali con la terra nella regione in cui la sua famiglia aveva una fattoria, ha incontrato due bambine splendenti, Belinda e Guillermina, che presto è diventato chiaro che sarebbero state le eroine di un progetto che durava da una vita. “Fin dall'inizio è stato importante raccontare la storia di due ragazze. Perché in Argentina, e soprattutto nelle campagne, le donne sono invisibili anche se lavorano sodo come fanno gli uomini. Ho preso piacere ed ero consapevole che stavo prestando attenzione a persone a cui non si presta mai attenzione ", Spiega Sanguinetti.

Ritratto a colori di due ragazze della fotografa Alessandra Sanguinetti - The Illusion of An Everlasting Summer
Ritratto a colori di una ragazza della fotografa Alessandra Sanguinetti
Ritratto a colori di una ragazza della fotografa Alessandra Sanguinetti


Vent'anni dopo, le ragazze allegre sono diventate donne. Si sono sposati, hanno avuto figli, si sono trasferiti nelle loro case, hanno vissuto nuove avventure. Mack ha appena pubblicato un nuovo capitolo della loro vita, che copre all'incirca gli ultimi 15 anni.

Il processo non è cambiato. Sanguinetti co-crea una favola con la coppia allestendo ritratti che evocano sia i loro sogni che la loro realtà. «C'è un elemento di sogno perché penso che sia anche il modo in cui vedo il mondo. Non mi interessava solo fotografare in modo obiettivo. Ogni volta che racconti una storia è il tuo modo di raccontare e interpretare la realtà ", osserva.

Ritratto a colori di due ragazze della fotografa Alessandra Sanguinetti - The Illusion of An Everlasting Summer


Sanguinetti avrebbe avuto un'idea, ispirata da una conversazione che avevano avuto, da una situazione che hanno vissuto, o da un dipinto che lei voleva imitare e le donne avrebbero reagito, interpretato nella loro vita. "Hanno sempre avuto voce in capitolo nel modo in cui sono stati fotografati", lei dice. “Posso venire con un'idea molto chiara e poi, cambia una volta che sono con loro, e una volta che reagiscono. È una cosa organica che accade tra noi e molte volte potrebbe essere ricreare qualcosa che hanno fatto prima, o esagerare qualcosa, rendendolo più importante ".

Ritratto a colori di due ragazze della fotografa Alessandra Sanguinetti
Ritratto a colori di una ragazza della fotografa Alessandra Sanguinetti
Ritratto a colori di una ragazza della fotografa Alessandra Sanguinetti


Questa collaborazione sincera e spontanea infonde nel lavoro una certa sognanza che non impedisce al loro contesto sociale di emergere. Assistiamo a due adolescenti che perdono la libertà dell'infanzia, con molte fotografie che fungono da metafore per questo passaggio: i cavalli sono un tema ricorrente, anche se sempre intrappolato in un poster; una foto mostra Belinda che cammina lungo la strada sterrata, le mani piene di sangue; un altro li cattura sepolti, con solo i volti scoperti.

“Come tutti sappiamo, l'adolescenza può essere davvero gioiosa ma anche molto dura. Entra negli stati d'animo, stai cercando di capire come sarà la tua vita, cosa farai di te stesso. È una realtà molto diversa rispetto a quando eri un ragazzino. Volevo parlare anche a questo perché devono andare avanti con la loro vita, non hanno avuto il privilegio di capire solo cosa volevano ", Commenta Sanguinetti.

La fotografa a colori Alessandra Sanguinetti
La fotografa a colori Alessandra Sanguinetti
La fotografa a colori Alessandra Sanguinetti


Pagine dopo pagine, non sono più i figli del libro: Belinda è diventata mamma a 16 anni, Guillerma pochi anni dopo. Gli elementi dei dintorni sono discreti ma più presenti rispetto al libro precedente. "C'è un contesto un po 'più di come vivono rispetto al primo libro perché quando invecchi, dove vivi e come appare la tua casa ti importa", Spiega Sanguinetti. Questi dettagli introducono anche le loro crescenti responsabilità.

Tuttavia, giocano ancora al gioco della posa, come se in qualche modo prolungassero l'infanzia. In una fotografia, Guillermina beve persino dal biberon in modo sia malinconico che divertente. “L'unico che ha davvero nostalgia di essere un bambino è Guillermina. Ecco perché quella foto ha una ragione per esistere ", Racconta Sanguinetti. Il titolo del libro - "L'illusione di un'estate eterna" - viene anche da qualcosa che mi ha detto su quanto le manca essere una bambina. "

Ritratto a colori di un ragazzo e una ragazza della fotografa Alessandra Sanguinetti - The Illusion of An Everlasting Summer


Al di là della narrazione generale, ogni fotografia funziona come un tableau, con più dettagli che notiamo quando guardiamo da vicino. Ognuno di loro è una storia a sé. "Se lasci passare il tempo, vedi cose che all'inizio non noti", Dice Sanguinetti - "Questo è ciò che lo rende magico."

 "Le avventure di Guille e Belinda" e L'illusione di un'estate eterna " di Alessandra Sanguinetti è Pubblicato da MACK e disponibile qui


Tutte le immagini © Alessandra Sanguinetti