Film primi pensieri / Film Zeitgeist

Top 10 Top 10 documentari fotografici

© Film primi pensieri / Film Zeitgeist

Nel corso degli anni, registi, scrittori e registi hanno concentrato la loro attenzione su quegli individui affascinanti e spesso enigmatici che hanno contribuito a plasmare le basi stesse della fotografia come la conosciamo oggi.


─── di Josh Bright, 2 settembre 2021

I risultati: una litania di avvincenti documentari fotografici che esaltano l'arte di questi eminenti professionisti, le loro opere e il mezzo stesso, rivelando allo stesso tempo le loro individualità e complessità.

Foto del fotografo paesaggista Ansel Adams da Ansel Adams: A Documentary Film
© Ansel Adams: un film documentario

1. Ansel Adams: un film documentario

Ansel Adams: un film documentario, racconta la storia di chi è probabilmente il più importante paesaggio fotografo di sempre, maestro e visionario il cui grande formato, immagini in bianco e nero, descriveva in modo articolato la maestosa bellezza naturale degli Stati Uniti.

Scritto e diretto da awardil regista vincitore, Ric Burns, il documentario di novanta minuti rende omaggio alle straordinarie imprese fotografiche di Adams, al suo approccio innovativo e al profondo ambientalismo che è alla base di tutto ciò che ha fatto. È un'orazione adatta a una figura straordinaria che è stata fondamentale nell'eventuale accettazione della fotografia come forma d'arte e nel plasmare la percezione americana della loro patria.

 

Immagine di copertina Quello che resta: la vita e l'opera di Sally Mann
© Quello che resta: la vita e l'opera di Sally Mann

2. Ciò che resta: la vita e l'opera di Sally Mann

Ciò che resta: la vita e l'opera di Sally Mann, è un interessante omaggio a uno dei migliori fotografi del nostro tempo.

Dalla sua ascesa alla ribalta nei primi anni '1990 (sulla scorta di un corpus di opere profondamente commovente, controverso e ora iconico Famiglia immediata) il suo successivo flirt con l'immaginario paesaggistico e le sue serie macabre, ma complesse e avvincenti, Cosa rimane nei primi anni 2000, il film diretto da Steven Cantor esamina l'intera carriera affascinante di Mann, così come la sua vita personale, compreso il suo matrimonio cinquantennale con Larry (a cui è stata diagnosticata una rara forma di distrofia muscolare alla fine degli anni '1990).

Profondamente coinvolgente, è un resoconto dettagliato e riflessivo di un fotografo unico e magistrale, le cui immagini monocromatiche profondamente toccanti tagliano il cuore della condizione umana.

 

Immagine di copertina del documentario fotografico Everybody Street.
© Tutti in strada

3. Tutti in strada

“Volevo incontrare i miei idoli, quindi sono andato per le strade e ho seguito le loro orme,” … Stai lì per cinque minuti, vedrai qualcosa di divertente… “Non finisci mai la missione; la strada è in continua evoluzione”. - Cheryl Dunn

New York City e Street Photography condividono una incrollabile sinonimia che risale agli anni embrionali del medium. In Tutti in strada, il documentario del 2013, la fotografa americana Cheryl Dunn esplora questa relazione decennale, incontrando professionisti iconici che hanno fatto delle strade della città il loro dominio. Dal veterano di Magnum Elliot Erwitt a Mary Ellen Mark, Joel Meyerowitz e Bruce Gilden, Dunn segue il suo distinto cast mentre attraversa questo caotico parco giochi urbano alla ricerca di tesori: momenti di gioia, amore e umorismo. Ricco di aneddoti, intuizioni e lezioni preziose, offre un avvincente dietro le quinte dei metodi e delle tecniche dietro alcune delle più memorabili immagini di "strada" esistenti e rende omaggio allo spirito caotico, ma inebriante di questo caleidoscopico città.

immagine di copertina del documentario sul fotografo Sebastião Salgado, The Salt of the Earth
© Il sale della terra

4. Il sale della terra

Il sale della terra è una biografia profondamente considerata e coinvolgente di Sebastião Salgado, uno dei più grandi professionisti viventi del medium.

Co-diretto dal leggendario regista tedesco Wim Wenders e dal figlio di Sebastião Juliano Ribeiro, ripercorre la straordinaria carriera lunga quattro decenni del fotografo brasiliano, sezionando le sue potenti opere monocrome che trasmettono, con grande eloquenza, alcuni dei problemi più importanti della nostra epoca. Vincitore del multiplo awards, affascina dall'inizio alla fine e rappresenta una testimonianza adeguata della visione, dell'abilità artistica e della profonda compassione di un individuo straordinario che si descrive come un 'testimone della condizione umana.'

 

copertina del documentario "Alla ricerca di Vivian Maier"
© Vivian Maier

5. Alla ricerca di Vivian Maier

Finding Vivian Maier è la storia intrigante dell'enigmatico e magistrale fotografo di strada che, nel corso di cinque decenni, ha catturato oltre 100,000 negativi, che non ha mai rivelato al mondo. 

Il regista John Maloof e il produttore Charlie Siskel scoprono la sua straordinaria storia, tracciando la sua vita, dalla sua adolescenza in Francia, il suo ritorno nella sua città natale di New York, e infine, Chicago, dove ha trascorso gran parte dei suoi anni da adulta lavorando come tata . Incontrano chi l'ha conosciuta personalmente, scoprendo affascinanti intuizioni e aneddoti, mentre tentano di profilare un individuo misterioso che il New York Times soprannominato 'uno dei fotografi di strada più perspicaci d'America.'

 

Immagine di copertina per il documentario fotografico McCullin, sul fotografo Don McCullin
© McCullin

6. McCullin

Un ritratto profondamente avvincente di un vero grande del fotogiornalismo, McCullin, il documentario doppiamente nominato ai BAFTA, si concentra sulla vita e sull'opera del fotografo britannico, in particolare sulle rappresentazioni penetranti della guerra per le quali è famoso.

Nel corso della sua straordinaria carriera, ha coperto, con brutale realismo, conflitti e disastri in quasi tutti i continenti, trasmettendo le realtà della guerra e della carestia, alle persone a casa. Il film omonimo, assolutamente coinvolgente, rende contemporaneamente omaggio a un professionista generazionale la cui influenza sul fotogiornalismo è davvero prodigiosa, catturando anche un individuo riflessivo e schietto, che, sebbene indubbiamente perseguitato e disgustato da ciò che ha visto e catturato, parla candidamente della sua magnetismo.

 

Fotografia del fotografo Saul Leiter. Still dal documentario fotografico, In No Great Hurry: 13 Lessons in Life with Saul Leiter

7. Senza fretta: 13 lezioni di vita con Saul Leiter 

Ampiamente riconosciuto come uno dei professionisti più importanti del dopoguerra, fotografo Saul Leiter è stato uno dei primi pionieri del colore, famoso per le squisite immagini simili a quadri che ha catturato nelle strade che circondano la sua casa di Manhattan.

Tuttavia, sebbene abbia trascorso gran parte della sua carriera lavorando su incarichi commerciali per rinomate pubblicazioni di moda come Voguee Harper Bazaar, non è stato fino alle ultime fasi della sua vita (galvanizzata da il rilascio di Colore iniziale nel 2006) che avrebbe iniziato a ottenere il riconoscimento che meritava così profondamente. Una mancanza di convalida non è stato raro per gli artisti lungimiranti nel corso della storia, non ultimi quei primi pionieri della fotografia a colori la cui visione progressista ha confuso i guardiani artistici dell'epoca. Eppure questo anonimato si addiceva a Leiter, la cui calma e modestia è stata catturata magnificamente dal regista britannico Tomas Leach nel documentario del 2013, Senza fretta – 13 lezioni di vita con Saul Leiter. Toccante, intimo e spesso divertente, combina conversazioni (catturate prevalentemente all'interno dell'appartamento di Leiter a New York) con alcune delle sue opere più accattivanti, dipingendo un profilo commovente di un artista e personaggio straordinario, che purtroppo è scomparso pochi giorni dopo l'uscita del film .

 

Foto di Annie Leibovitz
© Martin Schoeller / Annie Leibovitz: La vita attraverso una lente

8. Annie Leibovitz: la vita attraverso una lente

Ampiamente considerato uno dei professionisti viventi più importanti del medium, Leibovitz ha catturato alcuni dei ritratti più accattivanti e iconici di tutti i tempi durante i suoi cinque decenni di carriera.

Diretto dalla sorella minore, la regista Barbara, La vita attraverso una lente ritrae Leibovitz con un'intimità senza precedenti. Lei parla candidamente su una vasta gamma di argomenti, dai suoi processi artistici, ai viaggi personali e al delicato e spesso difficile equilibrio tra lavoro, fama e famiglia. Sensibile ma rivelatrice, è un'affascinante esposizione di un'artista straordinaria che, pur essendo maestra nel catturare le personalità degli altri, raramente ha rivelato molto di sé al mondo esterno.

 

foto del fotografo Bill Cunningham a New York, dal documentario Bill Cunningham - New York
© Film primi pensieri / Film Zeitgeist

9. Bill Cunningham – New York

Figura di spicco della fotografia di strada e di moda, Bill Cunningham ha trascorso quasi quattro decenni ad attraversare le strade di New York City (di solito in bicicletta) catturando immagini candide e avvincenti dei suoi abitanti meglio vestiti.

Spiritoso, commovente e completamente avvincente, il titolo giustamente Bill Cunningham – New York è un ritratto toccante di un individuo unico guidato da un profondo interesse per gli altri (e il loro abbigliamento) e la cui onestà e benevolenza spesso sembrano in contrasto con lo spietato elitarismo del mondo della moda.

 

Immagine di copertina del documentario fotografico Richard Avedon: Darkness and Light
© Richard Avedon: Oscurità e luce

10 ​Richard Avedon: Oscurità e Luce

L'avvincente 1995 di Helen Whitney documentario racconta la storia di probabilmente il fotografo di moda più importante di tutti i tempi: Richard Avedon.

Attraverso interviste con i suoi amici e familiari, altre figure importanti e il fotografo stesso, combinate con alcune delle sue immagini più memorabili, Whitney costruisce un profilo dettagliato su Avedon che rimane coerente e coinvolgente, nonostante l'assenza di qualsiasi struttura lineare. È un tributo alla prodigiosa abilità artistica e alla creatività senza compromessi di un vero maestro del suo mestiere, la cui impronta nel mondo della fotografia di moda non può essere sopravvalutata.

 

Tutte le immagini © dei rispettivi proprietari