Trento Parke

Book Review Trent Parke: minuti a mezzanotte

© Trento Parke

“Sto sempre inseguendo la luce. La luce trasforma l'ordinario in magico. "


─── di Josh Bright, 26 gennaio 2021

Percorre 90,000 chilometri attraverso la sua terra natale con la sua compagna Narelle Autio, il fotografo australiano Trent Parke ha documentato le sue esperienze e ha prodotto un corpo di lavoro che è venuto a chiamare Minuti a mezzanotte.

Lavoratori in George Street nel centro della città. Sydney, Australia. 2002.


“Testimoni hanno riferito di aver visto una sfera di luce muoversi nel cielo per un massimo di cinque minuti alle 5.50 circa del sabato. - "Era una perfetta spirale di luce", ha detto un testimone di Redcliffe al Sunday Mail. - "Mi sono reso conto presto che non era la luna ma che stava sparando come una cometa dal cielo meridionale e verso nord-ovest." Un altro residente di Brisbane ha detto: "Non c'era assolutamente alcun suono in un cielo perfettamente limpido e buio prima dell'alba".

L'ufficio meteorologico ha detto che non c'erano condizioni meteorologiche che spiegassero la luce. Una portavoce della difesa ha anche detto di non avere spiegazioni. - The Sunday Mail, 5 giugno 2010, Queensland, Australia (estratto da Minutes to Midnight)

Piaga delle volpi volanti in Mataranka - Territorio del Nord, Australia. 2004


L'Australia è sembrata a lungo un po 'insicura riguardo al suo posto nel mondo. Un paese orgoglioso fatto di identità e culture contrastanti; paesaggi e stili di vita contrastanti; e un paese, come tanti altri, in rapido mutamento.

Parke soffriva a lungo di un senso di disagio esistenziale, ma era un articolo di giornale, in cui si affermava che più della metà degli australiani sentiva che il paese aveva perso la sua innocenza, che risuonava con lui e alla fine ha ispirato il viaggio epico.

Un uomo sta rannicchiato sotto le tende da sole con la cravatta gettata sulle spalle dopo aver attraversato un temporale. Sydney, Australia. 1998


Per molti, l'Australia evoca immagini di un paradiso luminoso e sereno, ma Parke presenta una visione completamente diversa. Attraverso le sue immagini monocromatiche, esplora le questioni chiave che colpiscono il paese: il razzismo; disuguaglianza; disastri naturali: presentazione Australia come un microcosmo del mondo nel suo insieme.

Combina tecniche documentarie tradizionali con un simbolismo sorprendente ed evita di fissarsi su un'unica narrazione distinguibile, incoraggiando lo spettatore a costruire il proprio significato dalle immagini.

Resti di una foresta nella periferia occidentale di Canberra dopo una tempesta di fuoco, 2004
Hunter street, centro città. Sydney, Australia. 2002
Jack di cinque anni guarda la televisione in una roulotte - Cairns, Australia. 2003


A volte, Parke utilizza la giustapposizione per catturare le contraddizioni della società australiana: commercianti in sartoria stanno sotto le strutture moderne e incombenti nel distretto finanziario di Sydney: un netto contrasto con la remota città aborigena di Wiluna, i cui residenti sono accasciati sul terreno disseminato di rifiuti fuori dal pub locale, su cui si legge un cartello "Benvenuti in paradiso". 

Meticoloso nel suo approccio, Parke riprende spesso lo stesso soggetto centinaia di volte per catturare l'immagine perfetta. Il suo uso della luce è squisito, con molte delle immagini scattate di notte, l'oscurità vanta una qualità quasi travolgente che contrasta drammaticamente con il flash duro e abbagliante che usa per illuminare la scena.

Un bambino trasportato. Wiluna, l'entroterra nell'Australia occidentale, Australia. 2004


Anche le immagini catturate alla luce del giorno sono pervase di oscurità, permeate da nuvole o ombre, o possiedono una qualità grigia e granulosa. Flirta con l'astrazione: usando esposizioni lunghe o multiple, angoli insoliti o, a volte, scatti leggermente fuori fuoco per confondere ulteriormente lo spettatore.

L'immaginario surreale sembra esistere in una realtà diversa dalla nostra, intrisa di un senso di trepidazione accentuato dalle connotazioni spesso macabre del soggetto: un cadavere di un animale mutilato oltre a un fuoco ardente; i resti di una foresta: i suoi tronchi d'albero spigolosi che evocano lapidi in un cimitero; soggetti umani raffigurati come figure simili a fantasmi.

Ritratto di una giovane ragazza nei sobborghi di Berwick. Victoria, Australia. 2004


Parke giustappone questa morbosità con una serie di immagini di bambini piccoli, tra cui, vicino alla conclusione, un'immagine sorprendente che raffigura suo figlio, pochi istanti dopo la sua nascita

Allo stesso tempo bello e inquietante: Minutes to Midnight è un risultato davvero unico: uno straordinario ritratto visivo dell'Australia che cattura perfettamente la quintessenza del paese.

Rinfrescandosi alla fine della giornata, Rooster, uno dei cacciatori di maiali selvatici, si tuffa in un serbatoio d'acqua guidato da un mulino a vento nel desolato paesaggio dell'outback. L'Outback dentro


“Questo corpo di lavoro riguarda l'emozione del tempo in cui viviamo - non è un senso fisico ma un senso emotivo, il subconscio e il pensiero di ciò che potrebbe accadere. È un documento ma anche una finzione. Quindi Minutes to Midnight è un libro apocalittico, ma sono documenti reali come eventi reali, momenti reali nel tempo che sono accaduti ". -
Trento Parke

 

Minutes to Midnight è pubblicato da Steidl e disponibile qui

Tutte le immagini © Trento Parke / Magnum Photos

Non perdere quando noi
aggiungi notizie ed editoriali.

Su quale email vuoi riceverli?

Rispettiamo la tua privacy.

Tip-Logo

Per supportare i fotografi, ogni mese siamo
offerta 10 INGRESSI GRATUITI alla competizione.

Inserisci la tua email e iscriviti alla nostra newsletter per essere preso in considerazione.