Joel Meyerowitz

Esposizione Joel Meyerowitz - Tra il cane e il lupo

© Joel Meyerowitz

"Mi sembrava che i francesi paragonassero il crepuscolo alla nozione di addomesticato e selvaggio, noto e sconosciuto, dove quel momento speciale del dissolversi della luce ci offre un ingresso nel luogo in cui i nostri sensi potrebbero deluderci leggermente, rendendoci vulnerabili ai capricci della nostra immaginazione.


─── di Josh Bright, 15 luglio 2022

Galleria londinese Huxley-Parlour presenta tredici fotografie su larga scala dell'iconico fotografo americano Joel Meyerowitz.

Fotografia su pellicola a colori di Joel Meyerowitz, piscina, Fort Lauderdale, Florida, 1977.
Fort Lauderdale, Florida, 1977


Uno dei più importanti praticanti viventi del medium, Meyerowitz era una figura chiave nel colore movimento degli anni '1970 al fianco di artisti del calibro di William Eggleston e Stephen Shore.

Le sue immagini profondamente assorbenti esprimevano il profondo potenziale del colore (contribuendo alla sua eventuale accettazione da parte dei capziosi artefici del gusto), non più di quelle contenute nel suo acclamato 1978 photobook, Capo Luce.

Joel Meyerowitz, Florida, 1978, trampolino, piscina, palma
Florida, 1978


Considerata una delle più influenti del ventesimo secolo, questa serie di rappresentazioni a colori di grande formato di Cape Cod, nel Massachusetts, catturate con una fotocamera di grande formato nel corso di due estati, è davvero straordinaria. Fino a quel momento, Meyerowitz aveva fotografato prevalentemente in 35 mm, il formato preferito del fotografo di strada, le cui dimensioni, peso e portabilità conferiscono un dinamismo essenziale per catturare la vita sulle scale e sui marciapiedi di New York City.

Il Deardorff da 8 × 10 pollici avrebbe potuto essere a malapena più diverso, una macchina ingombrante e (a occhio inconsapevole) antiquata, di ottone, mogano e pelle, che ha costretto Meyerowitz a rivalutare il suo intero approccio. Tuttavia, ciò che mancava alla fotocamera in termini di dinamismo, lo compensava in altre aree, le grandi lastre di esposizione e tempi di esposizione più lunghi che permettevano studi più profondi di luce e forma.

Ritratto fotografico a colori di Joel Meyerowitz, Lynette Eating a Plum, 1981
Lynette che mangia una prugna, 1981
Miami Beach, Florida, 1978. Joel Meyerowitz. Fotografia con pellicola a colori di piscina, tramonto, tramonto
Miami Beach, Florida, 1978


In preparazione, Meyerowitz ha studiato il lavoro del fotografo francese Eugène Atget, pioniere del grande formato, nonché alcuni dei membri dell'influente Gruppo f/64, (come Edward Weston e Ansel Adams) che si sono formati nella Bay Area all'inizio degli anni '1930 ma erano caduti vogue al momento. Partì per Cape Cod, armato del suo nuovo strumento e un senso di eccitazione e anticipazione per la ricchezza di possibilità creative che poteva fornire.

Mostrando notevole pazienza e attitudine, come richiesto dal formato ingombrante, Meyerowitz ha catturato la carnagione in continua evoluzione di questa iconica località di villeggiatura americana, la sua profonda percezione di luce, forma e composizione, essenzializzando l'atmosfera afosa dell'estate nordamericana con una profonda palpabilità, rendendo così scene relativamente innocue, davvero avvincenti.

Joel Meyerowitz, fotografia a colori, piscina, tramonto
Florida, 1978


Il corpo di lavoro ha costituito la base della sua ultima pubblicazione "Tra il cane e il lupo". Ispirato dalla traduzione francese, 'entre chien et loup', una frase multidimensionale usata per descrivere il crepuscolo (quando la luce è tale che è impossibile distinguere tra un cane e un lupo), anche se più figurativamente, la linea sottile tra il familiare e l'ignoto; tra comfort e pericolo, queste immagini di grande formato, catturate negli anni '70 e '80 principalmente a Cape Cod, insieme ad alcune altre parti costiere degli Stati Uniti, affermano ulteriormente la spiccata sensibilità artistica di Meyerowitz.

Fotografia su pellicola a colori di Joel Meyerowitz, mare, oceano, luce
Baia/Cielo, Provincetown, Massachusetts, 1985


Utilizzando questo corpus di lavori come punto di partenza, pur incorporando immagini da Luce del Capo e il suo acclamato fotolibro del 1983, Fiori selvatici, questa storica mostra presso la galleria di Huxley-Parlour nel centro di Londra elabora i due che avevano precedentemente tenuto con l'artista (Luce del Capo, 2016 e Verso il colore, 2017), nell'affermare il ruolo di Meyerowtiz nel plasmare il paesaggio stesso della fotografia contemporanea e, in un momento in cui la fotografia gode di un'ubiquità senza precedenti, sottolineando l'importanza di immagini ponderate e accuratamente composte.

 

NB: Joel Meyerowitz – Between the Dog and the Wolf è in mostra all'Huxley Parlour, Londra dal 12 luglio al 20 agosto


Tutte le immagini © Joel Meyerowitz,

Cortesia, Huxley-Parlour & Galleria Howard Greenberg