uomo che nuota nell'acqua progetto fotografico a lungo termine, incentrato sull'identità africana nelle comunità afro nelle Americhe e in Europa, sulla Costa Chica

Cécile Baudier Costa Chica

La Costa Chica, famosa soprattutto per le sue bellissime spiagge e spot per il surf, è anche la patria di molti afro-messicani. Qui, al centro del parco nazionale di Chacahua, si trova il piccolo villaggio di pescatori di El azure.

Nel 2015, il governo messicano ha finalmente riconosciuto i suoi 1.38 milioni di cittadini di discendenza africana in un sondaggio nazionale che indica una straordinaria vittoria per la comunità afro-messicana che fino a quel momento era passata in gran parte inosservata ai margini della società messicana.

Si spera che questo riconoscimento atteso da tempo della comunità afro-messicana porterà a un maggiore interesse accademico per la loro storia culturale, nonché a una causa successiva per commemorare maggiormente la loro eredità come parte della storia complessiva del paese. Inoltre, questo nuovo spostamento verso l'inclusione potrebbe finalmente fornire un impulso tanto necessario per migliorare i servizi sociali attualmente disponibili per queste comunità.

La storia del popolo afro-messicano non viene insegnata a scuola e in questo particolare villaggio, la cultura afro-messicana è quasi inesistente. L'esposizione limitata al mondo esterno arriva tramite la televisione quando le famiglie si riuniscono dopo cena per guardare le soap opera notturne con attori messicani che assomigliano più ai californiani di chiunque altro dalla regione.

Le persone di colore semplicemente non sono rappresentate nel panorama mediatico messicano, quindi la nozione di messicani dalla pelle scura non ha posto nelle attuali manifestazioni della cultura pop imbiancata di come si pensa che sia un'autentica società messicana tradizionale. In un paese che idealizza qualsiasi cosa con un '"estetica occidentale", gli afro-messicani sono spesso considerati troppo neri per essere considerati messicani "veri".

Costa Chica è parte di Diaspora un progetto fotografico a lungo termine, incentrato sull'identità africana all'interno delle comunità afro nelle Americhe e in Europa. - Scopri di più sul lavoro di Cécile qui

Concorso fotografico mensile

© Ahmed Abdulazim

2020 OPEN CTutti PREMIO Scadenza: 31 dicembre 2020

Indipendentemente dai generi, questo mese incoraggiamo tutti i fotografi a condividere con noi le loro migliori immagini. Belle arti, paesaggio, street, documentario, ritratto, natura morta: non ci sono confini e sei libero di presentare qualsiasi tipo di lavoro.

Vogliamo che tu ci sfidi e risponda al tema in tutti i modi creativi che puoi immaginare: modifica attentamente e mostraci quello che hai!


1 ° Premio: $ 1000 · 2° Premio: $ 600 · 3° Premio: $ 400

Partecipa