Helen Levitt

Esposizione Helen Levitt: In The Street

© Helen Levitta

“Tutto quello che posso dire sul lavoro che cerco di fare,
è che l'estetica è nella realtà stessa.” – Helen Levitta


─── di Josh Bright, 26 agosto 2021

La Photographers' Gallery (Londra) presenta un'ampia retrospettiva del lavoro dell'enigmatica fotografa americana Helen Levitt. Sebbene non sempre accreditata come tale, Levitt è stata una delle migliori fotografe di strada del ventesimo secolo e una delle prime esponenti del colore, che ha trascorso gran parte della sua carriera catturando il teatro della vita quotidiana nella sua nativa New York City.

Colore street photography di Helen Levitt, ragazza che guarda sotto l'auto verde, New York
Helen Levitt New York, 1980 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia


Sebbene abbia lavorato brevemente con un fotografo ritrattista commerciale, è stato un incontro casuale con Henri Cartier Bresson nei primi anni '1930 e una successiva mostra del suo lavoro (accanto a quella di
Walker Evans e Manuel Alvarez Bravo) che alla fine ha ispirato Levitt a dedicarsi alla fotografia.

Armata della sua Leica da 35 mm ha vagato per i quartieri che circondavano la sua casa di Manhattan, trascrivendo la vita mentre si svolgeva sui marciapiedi, sui portici e per le strade.

Bianco e nero street photography di Helen Levitt, donne anziane di New York, ragazzi che fumano
Helen Levitt - New York, 1940 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia
Bianco e nero street photography di Helen Levitt, uomo e donna che dormono sul treno NYC
Helen Levitt - New York, 1938 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia


Il suo linguaggio visivo distinto era allo stesso tempo schietto e performativo, modellato in parte dal suo interesse per la politica di sinistra; cinema d'avanguardia; il movimento surrealista e la danza contemporanea, e parla al genio tranquillo di un praticante unico la cui visione ha contribuito a plasmare il paesaggio del contemporaneo 'street photography'.

Ccurata da Walter Moser in collaborazione con la Senior Curator di TPG, Anna Dannemann, e coprodotta da The Albertina Museum, Vienna, e The Photographers' Gallery, (che ha ospitato La prima mostra europea di Levitt 33 anni fa) questa mostra radicale presenterà alcune delle immagini più avvincenti della sua vasta opera.

Colore street photography di Helen Levitt, donne anziane di New York.
Helen Levitt - New York, 1973 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia
Bianco e nero street photography di Helen Levitt, donna, taxi, NYC
Helen Levitt - New York, 1982 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia
Colore street photography di Helen Levitt, bambini che mangiano caramelle, New York
Helen Levitt - New York, 1971 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia


Nell'arco di cinque decenni della sua straordinaria carriera, comprende un'ampia selectione di lei New York street photography: dai suoi primi lavori monocromatici fino ai suoi meravigliosamente avvincenti colore immagini degli anni '1970 e '80. Inoltre, conterrà alcuni di
i suoi inizi meno noti: le sue prime fotografie di disegni a gesso sul marciapiede; i suoi ritratti della vita in alcuni dei quartieri più poveri di Città del Messico, che ha catturato durante un lungo soggiorno di diversi mesi nel 1941 (l'unico corpo di lavoro catturato al di fuori della sua città natale) e la mostra eponimo, Nella strada, il documentario sperimentale del 1953 che ha realizzato insieme la poetessa e fotografa Janice Loeb, e scrittore James Agee (con con cui ha collaborato a diversi progetti) che corrisponde consonantemente alla sua produzione fotografica ed è considerato un importante antecessore del cinéma vérité che emerse nel decennio successivo.

Bianco e nero street photography di Helen Levitt, ragazzini
Helen Levitt - New York, 1940 © Film Documents LLC Courtesy Galerie Thomas Zander, Colonia


Helen Levitt: In The Street
è in mostra a La Galleria dei Fotografi, Londra dal 15 ottobre 2021.

La mostra si apre a fianco Helen Cammock: piume di cemento e puntine di porcellana, un nuovo film e progetto di installazione dell'artista nominata al Turner Prize Helen Cammock.

Tutte le foto © Helen Levitt

Non perdere quando aggiungiamo notizie ed editoriali.

Su quale email vuoi riceverli?

Rispettiamo la tua privacy.