Premio VIAGGIO Luglio 2018


  • Fotografo vincitore Donell Gumiran

    Fotografo vincitore Donell Gumiran

    "Kalash Woman" - Chitral, Pakistan
    I Kalash sono un popolo indigeno che vive in quello che è oggi il Pakistan. Sebbene il Pakistan sia una Repubblica islamica, con oltre il 95% della sua popolazione aderente all'Islam, i Kalash mantengono le proprie credenze religiose, insieme alla propria identità, stile di vita e lingua. © Donell Gumiran
  • Secondo premio Antonio Mesquita

    Secondo premio Antonio Mesquita

    "Porta del deserto" - Niger
    Agadez ha una ricca storia di commercio e commercio. Conosciuta come la porta del deserto, era la chiave nel commercio delle carovane nel XV secolo. Oggi è diventata una città di transito per molti migranti che cercano di raggiungere la Libia per attraversare il Mediterraneo verso l'Europa. Il minareto della moschea, alto 15 metri, è servito per secoli per tenere d'occhio i nemici. © Antonio Mesquita
  • Terzo premio Diep Van Ngo

    Terzo premio Diep Van Ngo

    "Reti di fissaggio" - Vietnam
    Le donne che indossano nón lá (cappello conico tradizionale in foglia di palma di bambù) stanno riparando le reti da pesca usando macchine da cucire antiquate. © Diep Van Ngo
  • Finalista Aron klein

    Finalista Aron klein

    "Kukeri" - Bulgaria
    "Kukeri" è un progetto che documenta gli antichi rituali pagani annuali della Bulgaria eseguiti nelle regioni montuose più remote dei paesi. Questi kukeri indossano maschere di legno intagliate con volti di bestie, appendono pesanti campane intorno alla vita mentre ballano e saltano in rituali arcani intesi a dissipare gli spiriti maligni che altrimenti potrebbero portare sfortuna alla loro comunità. © Aron klein
  • Finalista Tanya Sharapova

    Finalista Tanya Sharapova

    "Donna nomade" - Bhutan
    Wangmo, 54 anni, giace all'ombra della sua tenda, realizzata a mano con lana di yak. Vive sull'Himalaya con i suoi yak e cavalli. Wangmo è una donna bhutanese nomade. Non le piace vivere nei villaggi e preferisce trascorrere la sua vita vicino alla natura e agli animali. Scende al villaggio solo tre giorni all'anno per partecipare alle cerimonie buddiste. © Tanya Sharapova
  • Finalista Vitor Gordo

    Finalista Vitor Gordo

    "Pallacanestro" - Mongolia
    Una ragazza mongola gioca a basket fuori dalla famiglia ger in Mongolia, 2018 - Conosciuta anche come yurta, ger è una tenda rotonda portatile ricoperta di pelli o feltro e utilizzata come dimora dai nomadi nelle steppe dell'Asia centrale. © Vitor Gordo
  • Finalista Mauro De Bettio

    Finalista Mauro De Bettio

    "Sweet Gold" - Nepal
    Poche rare tribù del Nepal hanno infestato per secoli il miele dalle scogliere himalayane. Una tradizione portata avanti da generazioni. Avvolte in un tornado di api giganti inferocite, appese a una corda di bambù a mani nude, alte centinaia di metri, queste persone rischiano la vita per raccogliere il prezioso "miele rosso" primaverile, famoso per le sue proprietà medicinali, afrodisiache e allucinogene. © Mauro De Bettio
  • Finalista Jorgen Johanson

    Finalista Jorgen Johanson

    "Strada del sale" - Etiopia
    Una carovana di cammelli sta arrivando per portare il sale sul Lago Asale. Conosciuto anche come Lago Karum, il Lago Asale è un lago salato nella regione Afar dell'Etiopia. Il lago è estremamente salato ed è circondato da una salina, ancora estratta. Da lì il sale viene trasportato in carovana nel resto del paese. © Jorgen Johanson
  • Finalista Conrad Golovac

    Finalista Conrad Golovac

    "The Maasai Warrior" - Regione di Arusha, Tanzania
    I Maasai sono abitanti del Kenya centrale e meridionale e della Tanzania settentrionale. Sono tra le popolazioni locali più conosciute per la loro residenza vicino ai numerosi parchi giochi dei Grandi Laghi africani, e per i loro costumi e vestiti distintivi. © Conrad Golovac
  • Finalista Michael Perea

    Finalista Michael Perea

    "Lava in the Clouds" - Hawaii
    La lava irrompe attraverso un'apertura in un pennacchio di fumo che entra nell'oceano di Kapoho Bay sulla Big Island delle Hawaii. Questo è stato girato da un elicottero che guarda dritto nella furia di Pelé - Nella religione hawaiana, Pelé è la dea del fuoco e dei vulcani e il creatore delle isole hawaiane. © Michael Perea

Finalisti

Feedback della giuria

  • Giudicato da: Frédéric Lagrange

    Con sede a New York, l'interesse per la fotografia del fotografo francese Frédéric Lagrange è stato inizialmente una scusa per viaggiare, ma presto è diventato una passione ossessiva.

    Frédéric ha sempre avuto un'innata curiosità per ciò che lo circonda. La sua naturale capacità di attraversare le barriere culturali e linguistiche gli ha permesso di immergersi completamente nel suo mestiere e documentare la vita delle tribù e delle persone indigene più appartate in tutto il mondo.

    Usando il suo obiettivo per cogliere sfumature estremamente sottili, il processo di lavoro di Frédéric si concentra principalmente sull'acquisizione di persone nel loro ambiente naturale. In viaggio attraverso più di 100 paesi - Frédéric sta dipingendo un ritratto globale di un mondo che cambia.

    Nel corso degli anni ha ricevuto numerosi premi fotografici e le sue suggestive immagini sono apparse ovunque, dalla rivista The New York Times, Vanity Fair, a Harper's Bazaar, Vogue e The New Yorker.

© James K. Papp
© © James K. Papp
Donell Gumiran - Tema in bianco e nero - Concorso fotografico
© Donell Gumiran

Tema corrente:
BLACK & WHITE Scadenza: 30 November 2020

Street photography, moda, ritratto, concettuale, paesaggio, documentario: indipendentemente dai generi, questo mese vogliamo celebrare tutta la bellezza e la ricchezza di black & white immagini e incoraggiamo i fotografi che lavorano in tutti i generi a condividere con noi il loro miglior lavoro monocromatico! ⁠

Entra ora e mostraci cosa hai!


1 ° Premio: $ 1000 · 2° Premio: $ 600 · 3° Premio: $ 400

Vincitori precedenti


Edizione precedente 2019 / 2020


Edizione 2018/2019

Edizione 2017/2018

Edizione 2016/2017