Open Call premio ottobre 2023


  • foto paesaggistica a colori di un uomo a cavallo di Mahendra Bakle. Dall'articolo, Miglior immagine 2023

    Fotografo vincitore Mahendra Bakle

    Fotografo vincitore Mahendra Bakle

    "Cavalieri del vulcano" - Monte Bromo, Indonesia
    Il popolo tenggerese, conosciuto come "I cavalieri di Bromo" in Indonesia, incarna un'affascinante eredità culturale nello splendido paesaggio che circonda il Monte Bromo. I loro costumi vivaci e il ruolo di guide a cavallo creano un'esperienza coinvolgente per i visitatori che esplorano i terreni vulcanici. Questi cavalieri, con i loro abiti tradizionali e rituali radicati, offrono ai viaggiatori non solo un giro ma un incontro con il ricco patrimonio della regione. © Mahendra Bakle
  • Secondo premio Mauro De Bettio

    Secondo premio Mauro De Bettio

    "Makoko" -Lagos, Nigeria
    Makoko, conosciuta come la baraccopoli galleggiante più grande del mondo, ospita una comunità di oltre 300mila persone. Questo insediamento è alle prese con sfide come la terribile assenza di infrastrutture fondamentali e di servizi essenziali, come elettricità, acqua potabile e strutture igienico-sanitarie. Immerse nel cuore di Lagos, il centro economico più grande e in rapida espansione dell'Africa, le palafitte di Makoko si trovano in cima alle acque, che paradossalmente fungono anche da sistema fognario per i 20 milioni di abitanti di questa vibrante metropoli. ©Mauro De Bettio
  • Terzo premio Francois Mille

    Terzo premio Francois Mille

    "Amami teneramente" - Islanda
    La fedeltà in una coppia di pulcinelle di mare è una delle cose più belle del mondo. È opinione diffusa che le pulcinelle di mare si accoppino per tutta la vita, sebbene non inizino il processo di accoppiamento fino all'età di cinque anni. È questo amore incondizionato che ho voluto trascrivere con questa foto. © Francesco Mille
  • Finalista Paolo Kun

    Finalista Paolo Kun

    "Shahina" - Surgut, Russia
    Lavoro creativo di ritratto in studio realizzato durante il lavoro sulla prossima serie "Eat It". © Pavel Kun
  • Finalista Mili Lacmanovic

    Finalista Mili Lacmanovic

    "Caos scatenato: la sinfonia selvaggia di Mara" - Tanzania
    Nella savana selvaggia, una grande migrazione di gnu e zebre avanza, riecheggiando il ritmo primordiale della vita. Quando raggiungono il fiume Mara, l'urgenza si intensifica, gli zoccoli martellano come un battito cardiaco in preda al panico, una tempesta di chiamata alla sopravvivenza. Una scia polverosa rispecchia una danza caotica, la tumultuosa sinfonia della natura in movimento. Insieme, affrontano acque insidiose, il regno dei coccodrilli. Alcuni, spinti dall'istinto, saltano dalle scogliere nell'abbraccio della folla. Centinaia di persone si uniscono in questo passaggio pericoloso, una testimonianza dello spirito indomabile della natura, ogni battito di zoccoli nell'eterno balletto dell'incessante ricerca della vita. © Mili Lacmanovic
  • Finalista Luciano Lejtmann

    Finalista Luciano Lejtmann

    "Prucche Huli" - Tari, Papua Nuova Guinea
    Gli Huli Wigmen sono un'orgogliosa tribù del territorio Huli negli altopiani della Papua Nuova Guinea. Gli Huli sono un popolo orgoglioso che crede di discendere da un uomo chiamato Huli, che era un abile agricoltore e diede loro la ricca terra fertile di cui godono oggi nel territorio di Huli. ©Luciano Lejtman
  • Finalista F.dilek Yurdakul

    Finalista F.dilek Yurdakul

    "Lavorare a Brick Klins" - Pakistan
    Le fornaci di mattoni nel sud-est asiatico sono note per causare inquinamento ambientale, violazione dei diritti dei bambini e condizioni di lavoro che violano i diritti umani più basilari. Fuliggine e gas nocivi provenienti dai camini delle fabbriche riempiono l'aria. Senza maschere respiratorie, l’aria inquinata arriva direttamente ai polmoni. Una volta raggiunta la fabbrica, mi è stato detto che gli operai lavoravano su due turni, dalle 7:1 alle 1:7 e dalle 12:XNUMX alle XNUMX:XNUMX, perché la mia presenza era prevista solo per un paio d'ore. Tuttavia, nei due giorni che ho trascorso lì, ho potuto constatare personalmente che gli operai lavoravano su un unico turno di XNUMX ore in condizioni estreme. Queste imprese non solo causano danni terribili all’ambiente, ma applicano anche condizioni di lavoro terribili e illegali e devono essere urgentemente ispezionate e controllate. Questo sistema di schiavitù economica e di saccheggio dell’ambiente deve finire. © F.dilek Yurdakul
  • Finalista Sam Wright

    Finalista Sam Wright

    "Sorelle - Dal pilastro al post"
    Mentre un cambiamento generazionale spinge questa cultura unica in direzioni diverse, la politica del governo sta dando una spinta a quella spinta, limitando la facilità e il diritto allo stile di vita nomade dei tradizionali nomadi e degli zingari rom. Viaggiando per le fiere in tutto il Regno Unito e in Irlanda per incontrare in prima persona viaggiatori e zingari di tutte le età, ho catturato un ritratto fedele di queste persone: i loro salutistories, il loro futuro, mentre affrontano un momento decisivo. ©SamWright
  • Finalista Joaquin Barata

    Finalista Joaquin Barata

    "Pescatori Wagenia" - Repubblica Democratica del Congo, 2023
    I Wagenia sono pescatori indigeni che praticano metodi di pesca antichi di 200 anni. Costruiscono strutture di legno nelle rapide del fiume Congo e posizionano cestini con trappole per catturare i pesci. © Joaquín Barata
  • Foto a colori di un cavaliere acrobatico con le montagne sullo sfondodrop nel Tibet

    Finalista Anna Rita Carrisi

    Finalista Anna Rita Carrisi

    "Acrobazie alla festa dei cavalli" - Litang Sischuan Cina (Tibet occidentale)
    Il Festival Litang è un evento in cui i cavalieri eseguono acrobazie sui loro cavalli, superando una serie di sfide. L'evento non si tiene ogni anno poiché il governo cinese proibisce o limita il numero di raduni delle comunità. ©Anna Rita Carrisi

Finalisti

Feedback della giuria

  • ritratto a colori di Maggie Steber
    ©Maggie Steber

    Giudice: Maggie Steber

    Uno dei più importanti narratori visivi del nostro tempo, il fotografo americano Maggie Steber ha trascorso la sua illustre carriera viaggiando per il mondo esplorando una vasta gamma di questioni umanitarie, culturali e sociali. I soggetti precedenti includono la storia della tratta degli schiavi americana, la vita quotidiana dei nativi americani e la complessità della vita ad Haiti, un paese che ha fotografato per più di tre decenni.

    Nel corso degli anni ha ottenuto una serie di prestigiosi premi e riconoscimenti, tra cui il Medaglia d'eccellenza Leica, le Alicia Patterson, Sovvenzioni di Ernst Haas, e il Premio World Press Foundation.

    Steber lavora per National Geographic, che la chiamò a Donna di Visione nel 2015, e fa anche parte del rinomato VII Agenzia fotografica. Le sue immagini hanno abbellito le pagine di numerose pubblicazioni internazionali, tra cui Vitail newyorkeseSmithsonianIl guardianoTempo, ed Rivista Geo.

Omar Al-Jiwari
©Omar Al-Jiwari

aperto a tutti i fotografi

Entra a far parte di una comunità vivace: il premio del concorso è un'opportunità unica per ottenere visibilità e fornisce una piattaforma per celebrare il meglio della fotografia contemporanea.

Aperto per le iscrizioni

foto di strada a colori di una donna in autobus di Toni Hofmann
©Toni Hofmann
2024 Street Photography PREMIO

Win $2000 Premi in denaro ed esposizione internazionale

Dalle scene di strada sincere alle situazioni meticolose all'interno dell'ambiente urbano, mostraci l'inconfessabile stories svolgersi per le strade!

  • Vinci $ 2000 in contanti
  • Esibizione internazionale
  • Condiviso su rete IG +720K
  • Gratis Portfolio Il mio account
Invia foto
Scadenza: 31 March 2024

Vincitori precedenti


Edizione precedente 2022/2023


EDIZIONI PASSATE

Edizione 2021/2022

Edizione 2020/2021

Edizione 2019/2020

Edizione 2018/2019

Edizione 2017/2018

Edizione 2016/2017

Instagram

Segui @theindependentphoto